Inerte – Industria mineraria
Il frantoio per tutti i casi – dal pietrisco grossolano alla sabbia

Sfida:
I mulini a martelli frantumano ogni tipo di pietrame ottenendo un prodotto poliedrico, limitando contemporaneamente al massimo la produzione di particelle fini.

Soluzione:
La gamma di fornitura COMEC comprende tre versioni di mulini a martelli:
Versione R – per una granulometria in ingresso fino a 150 mm (a circuito chiuso con una vagliatura di controllo a 25 mm).
La serie R è equipaggiata con rotori a 4 file di martelli.
Versione T – per una granulometria in ingresso fino a 100 mm (a circuito chiuso con una vagliatura di controllo a 10 mm).
La serie T è equipaggiata con rotori a 3/4 file di martelli.
Versione MV – per una granulometria in ingresso fino a 50 mm (a circuito chiuso con una vagliatura di controllo a 5 mm).
La serie T è equipaggiata con rotori a 2/3 file di martelli.
Martelli e corazzatura sono di serie in acciaio al manganese che assicura una lunga vita operativa. Per la frantumazione di materiali abrasivi i mulini sono equipaggiati con martelli o corazzature in leghe d’acciaio ad altissima resistenza all’usura.

Vantaggio:
I mulini a martelli COMEC assicurano nei più svariati tipi d’impiego granulometrie ottimali con un minimo di particelle fini. Dispositivi idraulici consentono un rapido accesso per interventi di manutenzione e di regolazione. Grazie alla possibilità di inversione della rotazione la vita operativa dei martelli si allunga in modo notevole.